• Plavsko jezero
Dai un voto >

Circondato da prati verdi e vegetazione ai piedi delle montagne Prokletije e Visitor, che si riflettono in esso, riposa il lago Plavsko.

Creato alla fine dell'era glaciale, questo lago ghiacciaio si trova a circa 900 metri sul livello del mare. È lungo circa tre chilometri, largo circa due e con una profondità massima di nove metri. Naturalmente, nel corso degli anni il livello dell'acqua sta cambiando, e d'inverno il lago è ghiacciato. Per gli appassionati di sport acquatici questo fa parte di un tutto perfetto: gli affluenti Ljuca, il lago Plavsko, l’emissario Lim, che si immette nel fiume Drina. Nuoto, vela, kayak e rafting. Poi pesca: oggi il lago ha germogli, trote, lucci, cavedani, barbi e “skobalj”. E' anche possibile cacciare selvaggina, come folaghe, svassi, anatre selvatiche. La gente crede che l'acqua del lago di Plav abbia alcune proprietà medicinali.

Sulla creazione del lago ci sono molte leggende. Secondo una, in luogo del lago una volta c'era una cittadina. San Sava, stanco, rimase a pernottare in casa di un Giano. Questo lo accolse bene, ma poi gli mise nel bagaglio un gallo per poi accusarlo di aver rubato. "Guadagnando" così la maledizione di Sava: "Né partorirete, né avrete bambini, e che siate tutti portati via dall’acqua." A questo punto, da tutti i lati vennero delle inondazioni e ricoprirono la città. Così si creò il lago.

Oggi, d’estate è bello viaggiare sulle grandi zattere di legno. Si organizzano tuffi in acqua, che è pulita e accogliente. E la bellezza è innegabile. Ed anche imprevedibile.

In appena un'ora, il lago nasconderà o rivelerà (se vuole, ovviamente) tutte le sue sfumature, dal verde pallido al colore dei mirtilli, o l’acciaio grigio sotto le nuvole.

Attività

  • Nuoto
  • Pesca
Comments (0)